Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie, per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

Biodiversità: allarme insetti

Feb 26, 2019 Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Farfalla monarca

L’allarme estinzione lanciato dal mondo scientifico non riguarda solo tigri, lupi e tartarughe marine, ma gli esseri viventi più diffusi del pianeta: gli insetti. Sono di diverse specie, vivono intorno a noi e spesso la loro presenza si dà per scontata, ma chi fa agricoltura aveva notato come anche da noi alcune farfalle, diversi tipi di scarafaggi, api, vespe, moscerini, coccinelle, libellule, stavano già scomparendo ad un ritmo davvero preoccupante. L’allarme è stato ora lanciato da uno studio della Società Entomologica di Krefeld in Germania, pubblicato alcune settimane fa e ripreso in tutto il mondo. Secondo questo studio, in trent’anni abbiamo perso quasi l’80% degli insetti e con loro 400 milioni di uccelli, morti per mancanza di cibo. E’ un’estinzione tanto massiccia e rapida che gli scienziati la stanno accostando a quella dei dinosauri.Gli insetti sono alla base di tutte le catene alimentari, dei processi di decomposizione e rigenerazione, fanno riprodurre l’80% delle piante da fiore e sono essenziali alla produzione agricola mondiale. Sono insetti minuscoli e fondamentali che non abbiamo protetto abbastanza  dall’uso dei pesticidi e dalla deforestazione, anzi ne abbiamo ridotto l’habitat ed ora i cambiamenti climatici stanno facendo il resto. La comunità scientifica chiede aiuto su più fronti: in Texas gli ambientalisti protestano perché il muro di Trump distruggerebbe un’importante riserva di farfalle, in Baviera sono state raccolte quasi due milioni di firme per una proposta di legge o referendum per salvare le api con tutta una serie di misure, primo esempio virtuoso in Europa. Solo nel Messico Centrale, un miracolo è in controtendenza: la popolazione delle farfalle monarca è aumentata del 144%. Si tratta di una piccola colonia tra le montagne del Michoacán, alle pendici di un vulcano, in un’ecosistema nascosto dove per ordine delle autorità nessuno potrà entrare.

Etichettato sotto allarme insetti    biodiversità    ambiente   
Pubblicato in Attualità

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Calendario

« Febbraio 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29