Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie, per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

 

 

 

Dal 1 ottobre i lavoratori impegnati nel servizio del trasporto scolastico e nel Centro Tamantini dalla SPL di Sezze saranno assunti a tempo indeterminato. Una bella notizia che giunge a conclusione dell'incontro tra la Servizi Pubblici Locali (SPL) di Sezze e i sindacati. "Possiamo dire che quella di oggi è una giornata importante! I lavoratori impegnati nel servizio del trasporto scolastico e nel Centro Tamantini dalla SPL di Sezze, dopo anni di precariato, dal primo di ottobre saranno assunti a tempo indeterminato. Una pagina di precariato lunga dieci anni, per cui è stato necessario aprire un tavolo che ci ha visti impegnati costantemente con un solo obiettivo: dare diritti e dignità ai lavoratori. In questi anni, la Segreteria FP CGIL FR LT  - si legge nel comunicato del sindacato - è sempre scesa in campo a fianco dei lavoratori e il risultato che è stato raggiunto ci rende orgogliosi. I lavoratori  non saranno più condizionati dalla scadenza del contratto e lavoreranno con maggiore serenità, continuando a mettere a servizio dell'utenza la professionalità a loro riconosciuta. Diamo atto che la loro stabilizzazione è frutto degli indirizzi dell'Amministrazione Comunale e del Presidente dell'SPL di Sezze, che sin dal primo incontro hanno mostrato la volontà di stabilizzare i lavoratori.  Ci auguriamo che quanto accaduto nel comune setino possa rappresentare un modello di riferimento per situazioni analoghe che interessano altre realtà della provincia. La Funzione Pubblica CGIL FR LT continuerà a lottare a fianco dei lavoratori, per raggiungere nuovi ed importanti traguardi".

Pubblicato in Attualità

 

Questa mattina intorno alle ore 05.00 circa a Sezze, i militari della locale stazione dei Carabinieri, unitamente ai colleghi di Latina scalo, su segnalazione pervenuta dalla centrale operativa da un 54 enne di Sezze, traevano in arresto in flagranza di reato un 23enne S.S. del luogo per “violenza e resistenza a pubblico ufficiale”, “lesioni personali”, “danneggiamento”, “minaccia”. Il predetto, in stato di alterazione psicofisica, mediante l’utilizzo di un’ascia e un manico di un attrezzo agricolo, minacciava il proprio genitore un 54enne del luogo, danneggiando altresi’, mediante l’utilizzo di citati attrezzi, suppellettili vari dell’abitazione paterna. Nell’occorso il 23enne opponeva energica resistenza ai militari operanti intervenuti nel tentativo di riportarlo alla calma e interrompere l’azione criminosa, cagionando loro contusioni ed escoriazioni.

Pubblicato in Cronaca