Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie, per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

Domenica, 15 Settembre 2019 14:16

La nuova stagione della Basket Academy Sezze

 

 

 

Per la Basket Academy Sezze la stagione è iniziata nei migliori dei modi. I ragazzi sono tornati in campo dal 27 agosto a Bassiano, Comune che li ospita già dalla scorsa stagione, con gli atleti dell’annata 2009, 2008, 2007. “Bassiano e tutta l’amministrazione non finiremo mai di ringraziare – si legge nel comunicato stampa -  ci ha accolto e ha investito su noi, comprando dei canestri e togliendoci dalla strada. Poi il 1 settembre a Sezze dove l’amministrazione quest’anno ci ha concesso 6 ore settimanali: il lunediì e giovedì nella scuole elementare di Piagge Marine. Qui si allenano i più piccoli in orari diversi, i 2014, 2013, 2012, 2010: è stato bello vedere i piccoli contenti di entrare quest’anno in palestra e non più all’aperto. In ogni occasione loro hanno dimostrato attaccamento e affetto per il nostro Cristian Di Lenola, l’istruttore che con sacrificio e passione esperienza di decenni nel settore ha creato questa meravigliosa realtà con l’aiuto e il supporto di tante persone”.

 

L'ADESIONE AL PROGETTO PLASTIC FREE

 

Tanti i progetti. “Abbiamo regalato quasi 100 borracce ai bambini della nostra associazione all’atto dell’iscrizione aderendo alla campagna del Ministero dell’Ambiente Plastic Free fortemente voluta dal Presidente Loretta Faticoni e dalla dirigenza. Noi diciamo NO alle bottiglie di plastica!Vogliamo mettere in festa il sentimentodi solidarietà universale che esiste ancora, potente, tra le persone, e che è capace di generare il cambiamento! Il nostro obiettivo è diffondere la cultura del riciclo, educare alla salute e anche alla disciplina. Il rispetto della Terra e dell’ambiente è fondamentale. Crediamo molto in questo nostro progetto, che porteremo avanti senza sosta”.

 

LE COLLABORAZIONI

 

La Basket Academy Sezze ricorda SMG School Basket, una delle realtà cestistiche più importanti del nostro territorio. “Sinergia importanti per il miglioramento e la crescita dei settori giovanile. Dalla collaborazione due nostri atleti Antonio Peloso e Stefano Ciocca si alleneranno nel parquet di SMG per disputare un campionato Under 14 Elitè. Anche nel settore femminile saremo a supporto dell’SMG Cestistica Latina, con le nostre ragazze. Già da adesso abbiamo folti gruppi di tutto il settore minibasket divisi in: pulcini, scoiattoli, aquilotti Rossi a Piagge Marine, poi aquilotti Blu, ed esordienti a Bassiano con Under 13 e la prima squadra amatori sempre in orari distinti a seconda dell’età.  Nel settore scuola  - si legge ancora nel comunicato stampa - dove Cristian Di Lenola con laurea in Scienze motorie, anche quest’anno, svolgerà progetto di Educazione Motoria nelle scuole private e pubbliche del territorio, per promuovere l’attività motoria nei bambini uno dei capisaldi del progetto. Essa prevede una delle leve più forti nella lotta alla sedentarietà al fine di prevenire l’obesità infantile e i rischi connessi di gravi malattie. La pratica dell’attività fisica favorisce nei bambini un corretto sviluppo fisico e anche lo sviluppo di competenze sociali. Il  gioco, principale attività del bambino, esprime un bisogno naturale di operare, di cimentarsi, di affrontare difficoltà, di riuscire a compiere determinate imprese. Una importante collaborazione con il centro Stemafisiolab Latina. Il 1 ottobre a Bassiano  Stefano La Penna verrà con la sua equipe per una consulenza, dove i nostri atleti saranno visitati dai migliori specialisti del settore”.

I RINGRAZIAMENTI

La Basket Academy Sezze ringrazia tutti coloro i quali sin dall’inizio “hanno voluto creare con noi questa nuova realtà, che ha superato ogni nostra aspettativa, oggi possiamo dire di essere la realtà cestistica con più iscritti del nostro paese, grazie all’impegno, la competenza e soprattutto la professionalità che tutti i nostri collaboratori ci mettono ogni giorno”.

Pubblicato in Sport
Domenica, 15 Settembre 2019 06:38

In memoria di Luigi Frabotta

 

 

 

Io e Luigi ci siamo conosciuti nei primi anni "80, in vicolo Tirletti, dove abitavano le nostre famiglie. Era un ragazzo, già allora, desideroso di riscatto e di migliorare le modeste ma dignitose condizioni economiche dei genitori. Poi ci siamo rincontrati negli Uffici dell'Amministrazione provinciale, in via Carlo Alberto, dove Luigi veniva spesso a chiedermi consigli e suggerimenti per compiere il salto di qualità da operaio a piccolo imprenditore edile. Con l'impegno e l'intelligenza che lo distinguevano è riuscito con il passar del tempo a mettere su una piccola impresa. Era instancabile, lavorava incessantemente, non si arrendeva mai, andava fiero e orgoglioso della sua attività. Poi, il 4 Settembre  la tragica notizia. Luigi Frabotta è morto vittima di un incidente sul lavoro, in via Monti a Latina. E' precipitato da un'altezza di circa 10 metri mentre si trovava su un punteggio mobile all'altezza del terzo piano della palazzina. La ditta di cui era titolare stava effettuando lavori di ristrutturazione della facciata esterna dell'edificio. Una notizia straziante e uno sgomento in tutto il paese che non riescono a coprire le urla strazianti della sua famiglia. Lascia la moglie e tre figli. Una tragedia infinita, unita alla preoccupazione per un futuro incerto e doloroso dei suoi congiunti. Ma come si può in Italia assistere ancora, inermi, a queste tragedie? Non se ne può più di questa impotenza dello Stato di fronte agli incidenti del lavoro."Ci vuole un piano straordinario di tutti i responsabili istituzionali", afferma il direttore dell'INAIL (Istituto nazionale contro gli infortuni). L'Inail potrebbe fare molto di più. E' ora di dire  basta alle inefficienze nella formazione dei lavoratori e nei controlli e nelle ispezioni! Occorre maggior coordinamento tra Governo, Regioni, Ispettorati del lavoro, Inps. Occorrono più risorse a disposizione delle imprese per incentivarle ad investire sulla sicurezza. La formazione dei lavoratori non deve essere fatta nelle aule scolastiche ma sui cantieri. Le ispezioni, affidate alle ASL, si muovono purtroppo in maniera autonoma senza alcun coordinamento con l'Ispettorato del lavoro. Per la prima volta, quest'anno, i 599 morti sul lavoro (fino ad Agosto!) superano i morti per incidenti stradali!. Basta con questa strage di innocenti! Facciamolo per onorare la memoria di Luigi Frabotta e di tanti lavoratori come lui che hanno perso la vita per riportare a casa un pezzo di pane! 

Pubblicato in La Terza Pagina