Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie, per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

 

 

Il piazzale dell’Anfiteatro e via Piagge Marine a Sezze come un circuito da corsa, un vero autodromo. Sono molte le segnalazioni dei residenti preoccupati per quello che potrebbe succedere. Accade infatti che già dalla prima serata macchine, moto e motorini sfrecciano per la strada comunale e lungo il piazzale dell’Anfiteatro come folli. Oltre ai rumori assordanti delle marmitte quello che preoccupa è il rischio che si corre attraversando o passeggiando in questi luoghi. I residenti si chiedono dove sono finiti i controlli da parte della forze dell’ordine e perché nessuno interviene nonostante le numerose segnalazioni. Eppure in passato vi era una oculata sollecitudine di un gruppo di quartiere a denunciare questi pericoli e altre fenomeni che si verificavano in questa zona. Si spera che queste zone siano urgentemente attenzionate e che ci siano controlli soprattutto in serata, dato questi luoghi sono frequentati da persone che ne approfittano per passeggiare e godersi un poco di fresco.  

 

Pubblicato in Attualità

 

 

Un fiume in piena. Tornano i ragazzi del collettivo Sampietrino non Asfaltato. E dopo la Sagra della Zuppa di Fagioli, tornano con un nuovo evento tutto da vivere dal titolo “No bicchiero asseduti m’pizzo alle scalette”. Questa volta per il 29 luglio, il Collettivo ha ideato e organizzato un aperitivo presso le scalette di San Rocco e sempre con l’obiettivo volto alla riscoperta di luoghi meravigliosi e purtroppo dimenticati della nostra città. Il bello di questa e di altre iniziative è la collaborazione ed il coinvolgimento dei residenti e dei cittadini stessi negli eventi organizzati. Antonio Raponi, Lidano Arduini e Luigi Maturani del Collettivo, in merito al nuovo evento, ci dicono: “Puntiamo alla riscoperta e alla valorizzazione di luoghi meravigliosi e purtroppo ignorati, e lo facciamo grazie ad eventi simili sfruttando quello che il posto stesso ci offre. In questo caso la scalinata di San Rocco rappresenta una cornice naturale e perfetta, è un luogo accogliente ma dimenticato da troppi anni. Organizzeremo in futuro eventi sempre all’interno di cornici naturali con lo scopo di  far rivivere il centro storico e per riaccendere ricordi legati alla storia e alla nostra tradizione. Pensare ad esempio che ci sarà gente che prenderà un aperitivo semplicemente seduti sulle scalette  - sottolineano i ragazzi del Collettivo - a noi ci dà i brividi. Anche sulle bevande che proporremo abbiamo pensato a collegamenti con il passato e ad un ritorno a quella setinità che manca, ci sarà ad esempio vino e gazzosa”. Appuntamento quindi al 29 luglio a partire dalle ore 18 sino alle 21. E che dire? Semplicemente grazie ragazzi per quello che state facendo per la nostra comunità.

 

Pubblicato in Attualità