Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie, per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

Ma gli Eco-compattatori a Sezze funzionano? Se lo chiede il Biancoleone

Mar 02, 2020 Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

 

 

Raccomandano risposte puntuali e non evasive. I consiglieri comunali della coalizione Biancoleone di Sezze tornano a presentare una serie di interrogazioni che saranno affrontate nel prossimo question time. Tra le diverse protocollate quella relativa agli eco-compattatori sparsi sul territorio comunale. L’amministrazione comunale recentemente è stata protagonista di una passeggiata ecologica voluta anche dalle opposizioni ma nonostante gli sforzi le difficoltà riguardanti la raccolta differenziata sono tante e l’obiettivo della raccolta differenziata al 65% nel nostro Comune resta un miraggio. “L’incentivo utile ad alzare la percentuale di raccolta differenziata sul nostro territorio – si legge nella interrogazione firmata da Serafino Di Palma, Paride Martella e Giovanni Moraldo -  potrebbe essere anche l’utilizzo di box eco-compattatori per la raccolta di bottiglie di plastica e vetro, lattine di alluminio. Mentre l’eco-compattatore per tutte le città italiane è una realtà con concreti riscontri positivi, sul territorio di Sezze sono quasi tutti non funzionanti e deturpano il decoro urbano”. Il Biancoleone in merito chiede il numero degli eco-compattatori sparsi sul nostro territorio e dove sono installati. Si chiede altresì se sono funzionati o meno, anche perchè ne vediamo diversi abbandonati e pieni di immondizia varia. “Esiste un accordo con le attività commerciali al fine di permettere al cittadino, ad integrazione del sistema di raccolta differenziata, di poter conferire negli eco-point, dislocati nel territorio comunale, bottiglie di plastica e vetro, lattine di alluminio, ricevendo in cambio l’emissione di uno scontrino pari ad un tot di centesimi per ogni singolo pezzo, da spendere presso attività commerciali locali convenzionate, facendo in modo che anche le attività commerciali convenzionate abbiano ritorni economici realizzabili attraverso la fidelizzazione della clientela; soprattutto in un momento di forte crisi economica come quello in cui ci troviamo a vivere?”. Sembra al contrario che gli eco compattatori assomiglino ai vecchi secchioni dell’immondizia, ricettacolo di tutto e di più.

 

Serafino Di Palma del Biancoleone

 

Pubblicato in Politica

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Calendario

« Aprile 2020 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30