Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita' illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie, per migliorare la tua esperienza di navigazione e rispetta la tua privacy in ottemperanza al Regolamento UE 2016/679 (GDPR)

Il dottor Asperger, Greta e i fiori …

Mar 21, 2019 Scritto da 

Johann “Hans” Friedrich Karl Asperger nacque a Vienna il 18 Febbraio 1906. Nel 1931 si laureò in medicina a Vienna in quella che era considerata una delle migliori facoltà del mondo. Nel 1932 divenne il direttore della “Sezione di Educazione Terapeutica” dell’ospedale pediatrico della stessa facoltà dove ebbe l’occasione di incontrare i suoi “piccoli professori”. Il dottor Asperger chiamava così i suoi piccoli pazienti che manifestavano una sindrome, successivamente chiamata “Sindrome di Asperger” . Quali erano i tratti che il pediatra austriaco osservò nei suoi pazienti e perché li chiamava “piccoli professori”? Il dottor Asperger aveva notato che le persone affette dalla sindrome mostravano “mancanza di empatia, scarsa abilità di formare amicizie, conversazioni unilaterali, intenso assorbimento in un interesse speciale e movimenti goffi”. Li chiamava “piccoli professori” perché queste persone diventavano geniali nel loro campo di interesse. Si racconta che uno dei suoi pazienti, amante dell’astronomia, scoprì per primo un errore in una dimostrazione di Newton e per questo divento professore associato. Asperger ebbe la sfortuna di vivere nella Vienna occupata dai nazisti, i quali portarono avanti anche in Austria il programma di eutanasia dei disabili. Si sospetta che in qualche occasione Asperger abbia acconsentito alla soppressione di “vite prive di valore”. Resta il suo grande contributo allo studio dell’autismo e alla ricerca di metodologie per il trattamento delle persone che presentano tale disturbo. Il DSM v (Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali), pubblicato nel 2013, non parla più di sindrome di Asperger ma di “Disturbi dello spettro autistico”. Greta Eleonora Thunberg Ernman, conosciuta semplicemente come Greta, è nata a Stoccolma il 3 gennaio 2003.
Nel 2018, Greta frequentava il nono anno di una scuola di Stoccolma. Nell’agosto dello stesso anno il suo Paese, la Svezia, fu colpito da una ondata di calore e da una serie di incendi boschivi senza precedenti. La piccola Greta fu turbata da questi eventi catastrofici e un giorno decise di non presentarsi a scuola, andò a sedersi davanti al Parlamento svedese esibendo un cartellone con scritto “Sciopero della scuola per il clima”. Lo scopo della protesta della ragazza era ed è tuttora quello di spingere il suo Paese a ridurre le emissioni di anidride carbonica come previsto dall’accordo di Parigi sul cambiamento climatico. Milioni di persone di ogni età in tutto il mondo si stanno mobilitando e molti politici e esponenti di governo hanno accolto l’appello della piccola svedese che vuole salvare il pianeta dalle catastrofi causate dai cambiamenti climatici. Qual è il nesso tra il dottor Asperger e la piccola Greta? Greta sarebbe stata una paziente del dottore austriaco. Sì, a Greta è stata diagnosticata la sindrome di Asperger, o come si dice oggi “il disturbo dello spettro autistico”. Recentemente la ragazza ha dichiarato che l’impegno che l’ha portata a guidare un movimento globale nasce anche un po’ dal disturbo di cui è affetta, parole che dimostrano come la ragazza sia consapevole delle proprie difficoltà, che ha saputo trasformare in opportunità. Penso a Greta e al dottor Asperger e mi viene in mente il racconto dei vasi, l’acqua che fuoriusciva dal vaso rotto, le piante che alimentava lungo la strada e penso ai fiori, ai colori, alla meraviglia.
Forza Greta io sono dalla tua parte!

Etichettato sotto Greta    autismo    sezze    sindrome Asprger    disabilità   
Pubblicato in Universi Diversi
Daniele Marchetti

Psicologo

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Calendario

« Dicembre 2019 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31